Concerto

La Banda Zazà mette in scena un excursus nella canzone napoletana e popolare del Sud Italia: 'A notte 'e Zazà, prodotto dall'Associazione Culturale Medinsud.
Dal Cafè Chantant in voga a inizio secolo sull’onda dei successi delle cantanti chanteuses/ sciantose del Moulin Rouge con le sue canzoni ammiccanti e ironiche si passa ai classici napoletani fra Ottocento e Novecento, scritti dai maggiori poeti e musicisti del tempo, per approdare alle tarantelle, tammurriate e pizziche del Sud, in cui trova spazio anche la danza.
Questa è affidata a Gaia D’Elia – affiancata dalle Sciantose - che ha trovato un suo stile utilizzando nelle danze del nostro Sud alcuni elementi del samba brasiliano, e a Elvio Assunçao, a cui è stato chiesto di fare un percorso analogo: proiettare sul territorio della nostra Tradizione la sua esperienza di danzatore contemporaneo e popolare brasiliano.
Medinsud è di nuovo alla ricerca di affinità fra diverse culture, e fra gli intrecci proposti è significativa la filastrocca sul mercato nero in coda alla conosciutissima Tammurriata nera, opera di Eugenio cu ‘ e llenti, cresciuto nelle favelas di Rio de Janeiro e trasferitosi a Napoli nei primi anni del Novecento.